giovedì 29 dicembre 2016

VERRINE DI RICOTTA E RIBES CON BASE CROCCANTE AL MIELE E NOCI

Avrei voluto augurarvi Buon Natale e non ci sono riuscita, spero che mi scusiate, ma sono stata fagocitata dalla cucina e dal lavoro. Ma complice l'influenza e qualche giorno di riposo eccomi qui! Pronta per augurarvi un buon anno, con un dolce leggero e delicato. Questi bicchierini mono porzione di dolce ricotta e ribes che si amalgamo cremosi e freschi con noci croccanti. Tutti ingredienti naturali pensati appositamente per Bellezza al naturale. E' una tradizione ormai da qualche anno che prepari un dolce per le due ragazze che sono l'anima di questo portale, dedicato al vivere bene, alla ricerca di prodotti che coccolino il nostro corpo e alla nostra anima. Fateci un salto quando potete vedrete che vi piacerà!

E poi in queste feste sono sicura che non vi sarete risparmiati a tavola, e non me ne voglia la mia dietista, ma nemmeno io devo dire. Perchè allora non concludere con un dolce semplice e delicato ma molto, molto gustoso?

E' con un tocco di rosso in puro stile RossoLampone, che voglio accompagnarvi nel conto alla rovescia che ci porterà fra due giorni a salutare il 2016 e dare il benvenuto al 2017. Che sia un anno pieno di cose belle per tutti noi!

A presto,




















INGREDIENTI

400 gr di ricotta fresca,
125ml di latte di soia,
40gr di zucchero di canna chiaro,
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia,
300gr di ribes,
2/3 cucchiai di zucchero di canna (dipende da quanto siano aspri i frutti),
50ml di acqua,
4gr di agar agar,
50gr di riso soffiato,
50gr di amaranto,
100gr di noci tritate,
4 cucchiai di miele di agrumi o acacia,
80gr di zucchero di zucchero di cocco,
cannella a piacere,


Preparare il croccante: In una casseruola con fondo spesso, far sciogliere il miele e lo zucchero di cocco senza mescolare, eventualmente ruotare leggermente la pentola. Intanto tritare le noci.
Una volta sciolto tutto, togliere dal fuoco e aggiungere, il riso soffiato, l’amaranto, le noci tritate e la cannella. Amalgamare bene il tutto.

Stendere il croccante, distribuendolo bene su una placca ricoperta di carta forno e cuocere in forno caldo a 160° per circa 15 minuti (il croccante dovrà dorarsi un po’, se si scurisce troppo toglierlo dal forno). Far raffreddare.

Nel frattempo preparare la gelatina di ribes: mettere i ribes in un pentolino antiaderente con lo zucchero di canna (lasciarne qualcuno da parte per la decorazione). Quando le bacche si saranno rotte, frullare con un frullatore ad immersione. Passare la purea di ribes in un colino a maglie fitte e filtrare in un altro pentolino.

Sciogliere l’agar agar nell’acqua e aggiungere ai ribes intiepiditi. Far completare il raffreddamento a temperatura ambiente.

Setacciare la ricotta in modo da eliminare tutta l’acqua. Lavorarla con una forchetta aggiungendo lo zucchero di canna (prima passato nel frullatore per renderlo più fine). Aggiungere man mano il latte di soia a temperatura ambiente.

Sulla base delle verrine (io ho usato dei bicchierini dello yogurt), distribuire il croccante spezzettato. Con un sac-a-poche, riempire fino a poco prima della metà con la crema di ricotta. Versare la gelatina e mettere per 10/15 minuti in congelatore. Completare con altra crema di ricotta e decorare con croccante sbriciolato e ribes freschi a piacere.



lunedì 12 dicembre 2016

VILLAGE DE NEIGE

Il freddo è arrivato senza dubbio, finalmente si preannuncia un inverno veramente inverno, con la neve il gelo e tutto quello a cui siamo abituati e da qualche anno non vedevamo. Già sarebbe bellissimo un Natale con la Neve no? O è forse un'idea troppo romantica? Io mi sono portata avanti e ho invaso il blog di casette innevate di pan di zenzero, entrando nel pieno dell'atmosfera natalizia. E' così che immagino il mio Natale! Con tanta soffice neve, esattamente come il piccolo villaggio che popola questa torta. Che sia l'anno buono? Io ci spero!

Coraggio  tutti ad impastare pan di zenzero e riempire di profumi le vostre cucine! Natale sta arrivando!

A presto...













INGREDIENTI:

Hokkaido chiffon cake  (dosi da moltiplicare per 2 torte)
180gr di farina 0,
60gr di farina di riso,
80ml di latte,
6 uova medie,
80ml di olio di semi di arachidi,
120gr di zucchero semolato,
1 pizzico di sale,
2 cucchiaini di essenza alla vaniglia,

2 o più cucchiaini di cannella (in base al gusto personale),

Creme de Neige
250gr  di mascarpone,
300gr di panna da montare,
125gr di yogurt bianco,
4 cucchiai di zucchero a velo,

Pralinato di nocciole
80gr di nocciole tostate,
70gr di zucchero di canna integrale,
50gr di acqua,
1 cucchiaino di cannella in polvere,

Pan di zenzero
350 gr di farina 0,
80 gr di zucchero di canna,
60 gr di zucchero a velo,
80 gr di miele d'acacia,
150 gr di burro senza lattosio,
1 uovo, 
1 tuorlo,
1/4 di cucchaino di chiodi di garofano in polvere,
1/4 di cucchiaino di coriandolo tritato,
1/2 cucchiaino di noce moscata,2 cucchiaini di cannella,1 cucchiaino di zenzero in polvere,

9 gr di bicarbonato,
1 albume,
150gr di zucchero a velo vanigliato,

Marmellata di albicocche,

Per prima cosa consiglio di preparare le casette di pan di zenzero con anticipo, io le ho preparate qualche giorno prima e conservate in scatole di latta. La procedura per preparare biscotti e ghiaccia reale per l'assemblaggio, la potete trovare quiPer le dimensioni dei biscotti fate riferimento all'immagine seguente: (Io ho seguito  direttamente il libro Ginger Bread Wonderland di mima Sinclair)





Per la Hokkaido chiffon cake: separare i tuorli dagli albumi. Montare inizialmente i tuorli con 40 gr di zucchero fino ad avere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere nell’ordine l’olio, il latte, la vaniglia e le spezie, continuando a montare il composto.
Aggiungere la farina setacciata (io l’ho passata nel setaccio due volte perché non ho usato una farina poco raffinata).
A parte montare gli albumi con lo zucchero rimanente a neve ferma e incorporarli all’altro composto delicatamente mescolando dall’alto al basso per inglobare bene aria.
Dividere il composto tra due forme da 18cm (spruzzare prima uno spray distaccante o ungere con un filo d’olio e infarinare sulle basi e le pareti delle teglie) e cuocere in forno caldo a 160° per circa 30 minuti.
Appena sfornate le torte, potrebbero sgonfiarsi leggermente ma è normale. Farle raffreddare bene su una gratella prima di sformarle.

Preparare il pralinato di nocciole: tostare le nocciole in una padella per qualche minuto e tenerle da parte.
 Nel frattempo in una pentola antiaderente, preparare lo sciroppo di zucchero, versandovi a freddo lo zucchero e poi l’acqua e portare a 120°C, a quel punto aggiungere le nocciole tostate, mescolare bene e farle caramellare. Togliere dal fuoco appena lo zucchero incomincia a cristallizzare e  depositarsi intorno alle nocciole. Farle raffreddare e poi tritarle nel mixer grossolanamente aggiungendo la cannella in polvere.

Per ultima preparare la crema di farcitura: Montare la panna fredda con lo zucchero a velo, a neve ferma. Lavorare in una ciotola con un mestolo di legno il mascarpone per ammorbidirlo e aggiungere lo yogurt. Incorporare la panna mescolando delicatamente dall'alto al basso.

Passare all'assemblaggio della torta: prendere una Hokkaido chiffon cake e spalmare la superficie di marmellata di albicocche (meglio farla sciogliere leggermente in un pentolino). cospargere di pralinato e coprire con metà della crema.
Posizionare sopra l'altra base e spennellarla di marmellata. coprirla a piacere con la restante crema. Posizionare le casette e gli alberelli sulla base e decorare con meringhe sbriciolate o zuccherini bianchi.