martedì 30 luglio 2013

CHEESECAKE DI PESCHE ALLA PIEMONTESE... alla mia maniera

Ciao a tutti! State preparando le valigie o siete già stesi su una bella spiaggia a prendere il sole? Oppure come me siete ancora in città e ci rimarrete? Quest'estate è un po' atipica per la sottoscritta, tolta una breve settimana a giugno in quel paradiso della Val Venosta (quanti spunti ho preso per nuove ricette!) la mia estate la passerò tutta in città a studiare. Eh sì mi tocca il rush finale per completare finalmente un percorso faticoso che ho intrappreso negli ultimi anni e magari riuscire a diventare Consulente del Lavoro. Così tra il lavoro e lo studio sento l'assoluto bisogno di distrarmi e quale miglior modo se non cucinare?

Questa ricetta ce l'avevo in mente già da un po', pensate! A Natale ho ricevuto in regalo "Diario Italiano" il nuovo lavoro di Sigrid de il Cavoletto di Bruxelles  e mi ha subito colpita la sua Cheesecake di pesche alla Piemontese, geniale e originale rivisitazione del classico connubio  pesche- cioccolato- amaretti piemontese. Così visto che era difficile reperire i frutti e magari a dicembre si è più propensi a mangiare dolcini caldi, ho aspettato con pazienza l'occasione di poterla provare. 

Alla fine la ricetta l'ho rivoluzionata completamente ma vi assicuro che è venuta fuori una sig.ra Cheesecake!

Non mi resta che augurarvi buone vacanze a voi che partite e per chi invece resta, è probabile che torni presto a farvi compagnia con nuove ricette!








INGREDIENTI:

50gr di amaretti morbidi di Sassello,
120gr di biscotti al cacao,
120gr di margarina,
6 pesche mature (se sono grosse ne bastano anche 4),
4 cucchiai di zucchero semolato,
3 cucchiai di zucchero a velo,
2 o 3 cucchiai di zucchero di canna,
1 cucchiaio di rum,
18gr di gelatina in fogli,
500gr di yogurt greco,
150ml di panna da montare vegetale,


Frullare gli amaretti con i biscotti al cacao, 90 gr di margarina e un pizzico di cannella a piacere. Foderare la base di una tortiera con cerchio apribile da 24 cm di diametro con carta forno e distribuire sul fondo in modo uniforme il composto di biscotti. Cuocere in forno caldo a 190° per circa 10/12 minuti, sfornare e far raffreddare bene.

Sbucciare e tagliare a tocchetti le pesche e metterle in una casseruola antiaderente (meglio se con il fondo in ceramica) con la margarina rimasta e lo zucchero di canna (la quantità di zucchero va regolata in base alla dolcezza delle pesche). Dopo un paio di minuti aggiungere il rum e sfumare facendole cuocere a fuoco dolce per circa 10 minuti. spegnere e frullare il tutto con un frullatore ad immersione e tenere da parte circa 200ml di polpa. Con la restante sciogliere 12gr di gelatina in fogli già ammollata in acqua fredda e bene strizzata. Far raffreddare a temperatura ambiente.

Lavorare in una ciotola lo yogurt con lo zucchero semolato in modo da attenuarne l'acidità e aggiungere la polpa delle pesche con la gelatina ormai raffreddate e amalgamare bene.

Montare la panna con lo zucchero a velo e incorporarla delicatamente allo yogurt.

Versare la crema così preparata sul fondo di biscotti (conviene posizionarlo già su un vassoio o piatto da portata) all'interno di un cerchio foderato con un foglio di acetato perché la contenga mentre solidifica.
Mettere in frigorifero almeno 2 orette (visto il gran caldo dei giorni scorsi la mia ci ha impiegato qualcosina di più).

Passare al setaccio la polpa tenuta da parte e diluirla con del succo di frutta alla pesca. Scaldare leggermente e sciogliervi la gelatina rimasta (seguire la stessa procedura di prima per prepararla). Far intiepidire e versarla sulla cheesecake. Rimettere in frigorifero per almeno due orette ancora.

Sformare il dolce eliminando delicatamente il foglio di acetato e decorare a piacere.




mercoledì 10 luglio 2013

MITO ATZECO

E' da un po' che mi frullava in testa questo cioccolatino, l'originale l'ho assaggiato tempo fa dal maestro cioccolatiere che l'ha inventato Zuccarello (entrare nel suo negozio è un attentato a tutti i buoni propositi di contenersi, astenersi assolutamente se si è a dieta!). 
 Ho spettato con pazienza che arrivassero sui banchi della frutta delle ciliege degne del loro nome, le ho abbinate alla fantastica forma piramidale dello stampo Cheope di  silikomart ed ho cercato di riproporlo rivisitandolo, lungi da me la presunzione di considerarlo identico...ma come si suol dire si difende bene!

Vi lascio alla ricetta corro a mangiare i cioccolatini o con questo caldo si sciolgono!!






INGREDIENTI: 
1 confezione di biscotti digestive al cacao
100gr di margarina
cannella
100gr di cioccolato fondente  50% di cacao
100gr di cioccolato fondente 85% di cacao
6gr di gelatina in fogli
125ml di panna da montare vegetale
300gr di ciliege (già senza noccioli)
2 cucchiai di zucchero di canna
latte di soia qb
rum

Tritare finemente i biscotti e mescolarli con la cannella in polvere e la margarina fatta sciogliere (al microonde o a bagnomaria).
Disporre il composto nella placca del forno o una teglia rettangolare coperta di carta forno e livellarlo bene.  Far riposare l'impasto in frigorifero per almeno un'oretta.

In un pentolino far cuocere le ciliege denocciolate con due cucchiai colmi di zucchero di canna e dopo qualche minuto mentre si sta formando il "sughetto" aggiungere un goccino di rum e sfumare per qualche altro minuto. Sciogliere 2 fogli di gelatina (4gr) già ammollata in acqua fredda e ben strizzata e far intiepidire.

Versare la gelatina nello stampo senza esagerare con le dosi o il cioccolato non ci starà più! e mettere in congelatore. La restante gelatina versarla sul composto di biscotti e distribuirla bene prima di rimettere tutto in frigorifero.

Far sciogliere a bagnomaria in due piatti separati il cioccolato e far raffreddare a temperatura ambiente.

Montare la panna zuccherandola a piacere (io ho messo due cucchiai di zucchero a velo).
In un goccio di latte di soia fatto scaldare sciogliere la restante gelatina già ammollata e strizzata. Far intiepidire e aggiungere alla panna. 

Dividere la panna nei due piatti di cioccolato e amalgamare bene.

Versare la mousse con il cioccolato 50% nello stampo per metà e proseguire con lòa seconda mousse.

Metter ein congelatore per almeno un'ora e poi sformare. 



lunedì 1 luglio 2013

MINI PIE ALLE FRAGOLE

Eccomi! Ho latitato un po' tra queste pagine complice una breve vacanza per ritemprarmi e scovare nuove ricette e l'allestimento della mia prima mostra di fotografia. Specifichiamo.. non è che improvvisamente sono diventata il Cartier Bresson del 2000, hihihi ma partecipo insieme ai miei compagni di corso di fotografia avanzato alla mostra di fine corso... Se siete dalle parti di Torino perchè non venite a trovarci? Ci sono scatti veramente interessanti, tutto merito di noi bravi allievi e del nostro maestro che ci ha ispirati. La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 17 alle 20 presso la sala espositiva del Museo della Resistenza a Collegno, in provincia di Torino appunto, presso il parco Dalla Chiesa. Qui la pagina dell'evento "Dalla Tecnica alla Creatività".

Ed è proprio ai miei compagni di avventura, che come me hanno avuto l'emozione di sentirsi fotografi almeno per qualche giorno, che dedico questo dolcino estivo ispirato dalle sempre prolifiche pagine di Sale&Pepe.

A presto.








INGREDIENTI:

Pasta brisè
200gr di farina 0,
100gr di margarina vegetale,
70gr di zucchero semolato,
100ml di acqua fredda,
1 pz di sale,

Composta di fragole
500gr di fragole,
1 cucchiaio di fecola di patate,
100gr di zucchero semolato,
4 gr di gelatina in fogli,
1/2 limone.

Finitura e decoro
250gr di fragole,
125ml di panna vegetale da montare,

Per la pasta Brisè: Impastare la farina con la margarina ottenendo un composto a briciole, aggiungere un pizzico di sale e lo zucchero (usare una forchetta di metallo in modo da non scaldare troppo la margarina). Incorporare l'acqua ben fredda a filo e impastare. Versare il composto molle su un piano da lavoro infarinato e impastare velocemente con le punta delle dita fino ad avere una palla liscia e omogenea. Coprire con la pellicola trasparente e  far riposare in frigorifero almeno un'oretta.

Stendere la pasta brisè e rivestire 6 pirottini, bucherellare l'impasto alla base con una forchetta e cuocere in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti. Sfornare e far raffreddare.

Preparare la composta di fragole: Tagliare a tocchetti le fragole già lavate e asciugate e metterle in un pentolino antiaderente con lo zucchero e il succo del limone. Cuocere per circa 10 minuti poi aggiungere la fecola già fatta sciogliere in un po' di acqua e se fosse ancora un po' liquida, aggiungere la gelatina ammollata in acqua fredda e ben strizzata.

Disporre in ogni mini pie le fragole fresche a tocchettini e sopra coprire con la composta.

Montare la panna e zuccherarla a piacere. Decorare con panna e fragole fresche.