lunedì 27 giugno 2011

TORTA PARADISO

Finalmente è arrivata l'estate! Anche qui ai piedi delle alpi è arrivato il caldo, così questo weekend cercavo un dolcino semplice semplice..ormai sembra che il weekend invece di portare relax porti solo impegni su impegni...uff e fresco e leggero soprattutto...così mi sono cimentata in un grande classico ma che a me piace molto! ho seguito la ricetta di La cigliegina sulla torta per l'impasto e per la crema al latte classica ho sbirciato qua e la sul web e alla fine ho optato per questa soluzione adattandola alla mia intolleranza al lattosio...

Essendo molto semplice ho optato per una forma carina che le desse un tocco in più così ecco qua una bella torta paradiso floreale con lo Stampo Margherita della Silikomart! Come al solito nessuna difficoltà nel sformare il dolce con questi stampi viene via in men che non si dica!









INGREDIENTI:
200gr di margarina vegetale a temperatura ambiente
200gr di zucchero a velo
100gr di farina di riso
100gr di fecola di patate
 la scorza grattugiata di un limone
 2 uova intere e 2 tuorli (a temperatura ambiente)
1/2 bustina di lievito per dolci
Crema al latte
250gr di latte di soia
20gr di zucchero semolato
20gr di amido di mais
Scorza di 1 limoni e 1/2 non trattati
1 fiala di aroma alla vaniglia
1 pizzico sale fino
75gr di panna montata vegetale

Lavorare con un cucchiaio di legno la margarina a temperatura ambiente finchè non sarà diventata una crema. Aggiunger elo zucchero a velo in due volte e mescolare delicatamente dall'alto al basso. In una ciotola a parte sbattere i tuorli con le uova con un pizzico di sale e incorporarli al composto un cucchiaio per volta sempre delicatamente.
Aggiungere la buccia grattugiata di limone e il sale e infine la farina setacciata con la fecola e il lievito sempre delicatamente.
Versare il composto in una teglia (io usando quella in silicone non ho imburrato e infarinato lo stampo) di 20 / 22cm di diametro. Cuocere in forno caldo a 160° per circa 45 minuti (elettrico statico).
Sformare la torta e fare raffreddare bene.
Per la crema al latte: Mescolare l'amido con lo zucchero e aggiungere a filo pian piano il latte, aggiungere la scorza grattugiata dei limoni e un pizzico di sale e l'aroma alla vaniglia e far addensare sul fuoco. Far intiepidire.
 Montare la panna vegetale senza zucchero (io ho usato la hullala che è già zuccherata) e incorporare la crema di latte preparata. Mettere a riposare in frigo finchè non si sarà ben raffreddata.

Tagliare la torta e farcirla con la crema al latte e spolverare con zucchero a velo prima di servire.

venerdì 24 giugno 2011

MORBIDOSA ALLA MOUSSE DI FRAGOLE

Qualche giorno fa tra una chiacchiera e l'altra al lavoro, ecco che un collega tira fuori una ricetta...carta e penna alla mano e mi lascio tentare nel provarla.... naturalmente ci ho messo del mio...dal sostituire il burro con la margarina e una parte di farina  00 con quella di riso... e poi ho pensato... perchè non farcirla con una bella mousse di fragole?... Ne è uscita una torte soffice soffice e bella alta, dal sapore fresco e secondo me con la mousse ha acquisito un tocco in più ;-) l'ho voluta quadrata..eh si ultimamente adoro le forme geometriche in cucina, così ho anche colto l'occasione per provare lo stampo quadro della linea Gardenia di Guardini .







INGREDIENTI:

200gr di margarina,
180gr di zucchero semolato,
4 uova,
1 limone non trattato,
200gr di farina,
250gr di fragole,
250ml di panna vegetale da montare,
1 bustina di lievito per dolci,


Lavorare con un cucchiaio di legno la margarina a temperatura ambiente con  150g rdi zucchero fino ad aver euna crema. aggiungere uno per volta i tuorli (continuare con il successivo solo quando il precedente sarà ben amalgamato)  tenendo da parte gli albumi. aggiungere un pizzico di sale.
 Montare a neve ferma gli albumi con lo zucchero rimanente. Setacciare le farine con il lievito e incorporarne una parte al composto quando sarà ben amalgamata aggiungere un po' di bianchi montati e continuare ad intervallarli (farina e albumi) finché non saranno terminati mescolando delicatamente dall'alto al basso.
Grattare la buccia di un limone grosso e non trattato nel composto e amalgamarla bene.
Versare l'impasto nella teglia (io uno stampo quadro 24x24) già ingrassata con la margarina e infarinata leggermente 8eliminare farina in eccesso) e livellarlo bene.Cospargere la superficie con fettine di fragole non troppo spesse. Cuocer ein forno caldo a 160° per 45 minuti.
Quando la torta sarà fredda sformarla e tagliarla in due strati. Montare la panna con un po' di zucchero (a seconda dell'acidulità delle fragole) e metter ein frigorifero. frullare le fragole e passarle in un colino a maglie strette per eliminare i semini e incorporare la purea di fragole alla panna montata. 
Spalmare la mousse sulla fetta inferiore (senza frutta) della torta e coprire con l'altra. Volendo si può lucidare la superficie con della gelatina neutra. Servire accompagnando con la mousse rimasta.

lunedì 20 giugno 2011

LA PORTI UN BACIONE A FIRENZE......


Eccomi di ritorno da una breve vacanza a Firenze … eh si ...ogni tanto ci ritorno. Adoro questa città, ormai la conosco a memoria e ho visto praticamente tutto ma ogni volta scopro qualche angolo nuovo e poi mi ci sento proprio a casa … poi questa volta ci sono andata con la mia dolce metà ed è stato anche meglio! Naturalmente non ci sono stati solo musei  e chiese da visitare... io e il moro ci siamo dati in toto alla gastronomia e comesi fa a resistere alla cucina toscana? Ho giusto qualche indirizzo e chicca per voi da consigliarvi … innanzitutto mentre siete in giro e decidete di fare una pausa per pranzo o merenda non potete perdervi un  panino da Ino … si trova in Via dei Georgofili  3r/7r… un panino costa sugli 8€ ma ne vale assolutamente! Prodotti di qualità e combinazioni  mai scontate … io questa volta ho provato il panino con provola, salame toscano (delle belle fettone! Mica come qui in Piemonte che è trasparente da quanto lo tagliano sottile) e melanzane e alla seconda capatina (eh si mi ci sono affezionata …) prosciutto crudo toscano e crema al tartufo … e se non vi va di addentare il pane... offrono anche assaggi di formaggi o salumi toscani ed altre prelibatezze e ci si siede al banco o nella saletta usando delle botti ocme tavolini...molto chic!.

Se poi non vi è bastato il panino da Ino…. Potete andare al Cernacchino un posticino delizioso che si trova in via della Condotta 38r… sembra una cucina calda e accogliente di casa da un po’ la sensazione di quando si va a casa della nonna o di quella zia che cucina benissimo per intenderci…sapori di tradizione ma che sapori!.. Offrono in uno spazio ristretto panini scavati da riempire (come fossero piattini) con lampredotto, patè di fegatini di pollo o in alternativa  paste calde con sughetti niente male o addirittura verdure... la nostra scelta è ricaduta su questa: focaccia bianca ( che a Firenze si chiama schiacciata) ripiena di porchetta saporitissima e senape fatta in casa…bè senza parole! Sembrava non mangiassimo da mesi!.. Tra l’altro sebbene piccolino, come posto ci si può sedere..c’è anche qualche tavolino su un soppalco.
Se dopo pranzo avanza ancora un posticino per il dolce dovete assolutamente andare a mangiare un gelato in via Dei Neri dalla gelateria Dei Neri … hanno almeno una trentina di gusti e non si soffermano a quelli classici ma spaziano anche su selezioni come pesche e amaretti ad esempio … e per non parlare del gelato alla vaniglia e alla nocciola di soia! Buonissimi e tanto di cappello visto che noi intolleranti al lattosio poche volte usciamo da una gelateria soddisfatti (soprattutto per chi come me ama i gusti di crema piuttosto che di frutta..e come si sa sono a base di latte o panna).
E dopo tanto girare la sera non vogliamo mangiarci una bella fiorentina che più buona non si può? Bè allora dovete assolutamente andare da Perseus in Via Don Minzoni (prenotate magari o aspetterete un bel po’)… non è un ristorante molto turistico ma è soprattutto frequentato dai fiorentini veri…ha l’aspetto di una classica trattoria toscana con molti elementi goliardici alle pareti...e soprattutto hanno la bistecca più buona di tutta Firenze! (Credetemi ne ho assaggiate parecchie)… tutto sommato come costo rimane nella media sui 49€ al kg… bene in attesa di rimettermi ai fornelli vi auguro una buona settimana e vi lascio qualche foto ....