lunedì 30 maggio 2011

PASTICCIOTTO ALLA CREMA CON LEMON CURD

Con il gran caldo improvviso di quest'ultima settimana mi era venuta una gran voglia di cose fresche così ho provato a fare il Lemon curd seguendo la ricetta del Cavoletto di Bruxelles..già ma con che lo abbino? Poi ho visto una puntata di Buddy the boss su Real time e mi si è accesa la fatidica lampadina.... ha preparato un dolce che ha chiamato Pasticciotto... così mi sono messa a cercare sul web e ho scoperto che si tratta di una crostata di frolla coperta, ripiena di crema aromatizzata al limone (e volendo ci andrebbero pure delle amarene sciroppate)..bè da qui ho capito come usare il mio lemon curd stra buonissimo.... ed il week end è stato un po' più fresco ;-)

Per questa ricetta ho provato ad usare la teglia cannellata della linea GARDENIA della GUARDINI.







INGREDIENTI:
frolla
500gr di farina 00 ,
2 uova,
200gr di margarina vallè senza grassi idrogenati,
125gr di zucchero,
buccia di 1 limone,
1 bustina di lievito per dolci,
lemon curd
100ml di succo di limone filtrato,
buccia di 2 limoni,
4 uova,
100gr di margarina vallè senza grassi idrogenati,
2 cucchiai abbondanti di amido di mais, (la ricetta originale ne prevede meno)
150gr di zucchero,

1 busta di preparato per crema pasticcera  del Molino Chiavazza,
300ml di latte di soia,
zucchero a velo,
qualche fettina di limone,
1 tuorlo 
3-4 cucchiai di latte di soia

Preparare la frolla: In una terrina capiente lavorare la margarina con lo zucchero fino ad avere una bella crema. Aggiungervi le uova, una per volta e farle assorbire bene. Aggiungere la buccia di limone grattugiata e il lievito. Per ultimo incorporare la farina e impastare su un piano da lavoro velocemente con le punta delle dita e ottenere una palla omogenea. Appiattirla leggermente e avvolgerla in pellicola trasparente e far riposare in frigorifero qualche ora.

Preparare il lemon curd: In una ciotola di vetro o ceramica mettere la buccia dei limoni grattugiata e il succo. Diluirvi la maizena e aggiungere la margarina tagliata a tocchetti e lo zucchero. Mettere la ciotola su una pentola riempita in parte con acqua e far scaldare a bagno maria mescolando con una frusta, ci vorranno circa 10 minuti mescolando continuamente prima che si addensi. Spegnere e filtrare il lemon curd in modo da avere una crema più setosa.
Riporre in un barattolo di vetro (meglio se con chiusura ermetica) e far raffreddare.

Montare la busta di crema pasticcera con il latte di soia e mettere in frigorifero.

Stendere con il matterello la frolla dividendola in due parti. Una metà usarla per rivestire una teglia da crostata già ingrassata con la margarina e infarinata. Spalmare sulla base il lemon curd e sopra la crema pasticcera. Coprire con l'altro disco di frolla. Chiudere bene i bordi e spennellare con tuorlo d'uovo sbattuto ocn qualche cucchiaio di latte. cuocer ein forno calddo a 180° per circa35 minuti.


Quando si sarà raffreddata cospargere la superficie (io ho fatto uno stencil disegnando due limoni con le foglioline per decorare)di zucchero a velo e decorare con qualche fettina di limone i bordi.

martedì 24 maggio 2011

MATTONELLA CON ALBICOCCHE E ZENZERO

Il classico dolce rimediato da fare per soddisfare la voglia di dolce.. per rispettare la tradizione del dolcino del weekend che accompagni il fine pasto della domenica in famiglia  ..... il classico dolcetto svuota dispensa ma con un tocco in più.. l'altro giorno, infatti, al lavoro ho accompagnato le incombenze quotidiane con delle ottime caramelline mou allo zenzero portate da qualcuno.... così mi si è accesa la lampadina..."ecco questo weekend dessert svuota frigo ma ci devo mettere lo zenzero!"  .... Bè non è stato neiente male ;-)





INGREDIENTI:
2 uova,
100gr di farina,
60gr di zucchero,
100gr di margarina senza grassi idrogenati vallè,
scorza grattugiata di 1/2 limone,
1 confezione di albicocche sciroppate,
1 bicchierino da liquore di sciroppo di albicocca,
1/2 bicchierino da liquore di limoncello,
zenzero in polvere,
cannella in polvere,
1 pizzico di sale,
50gr di zucchero di canna,
2 fogli di gelatina,
lievito per dolci,

Sciogliere al microonde o a bagno maria la margarina e farla raffreddare a temperatura ambiente.
Montare con lo sbattitore elettrico le uova con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso e consistente, aggiungerci la margarina. Grattare nell'impasto la scorza di limone e aggiungere lo sciroppo di albicocca e il limoncello, il sale, le spezie e per ultimi  la farina setacciata con il lievito. Aggiungere qualche albicocca tagliata a tocchetti.

Mettere sul fuoco una teglia da plumcake e farci sciogliere lo zucchero di canna con 2 cucchiai di acqua fredda e far caramellare bene in modo che venga coperta tutta la base. Posizionare le albicocche con il taglio verso la base. Versarvi sopra l'impasto.

Cuocere in forno caldo a 160° per circa 35 minuti. Sformare da calda sennò non si staccherà più.
Far scaldare lo sciroppo di albicocche rimasto in un pentolino con un goccio d'acqua e scioglierci la gelatina già ammollata in acqua fredda e ben strizzata. Quando la mattonella sarà fredda spennellarla con la gelatina in modo da lucidarla bene. Io poi ho decorato la superficie con qualche albicocca e foglioline di menta fresca.

lunedì 16 maggio 2011

CROSTATA AL SAMBUCO CON CRUMBLE DI NOCCIOLE

 Questa crostata non ha bisogno di molte spiegazioni se non che è nata per me.... avevo finito qualsiasi cosa di commestibile per fare merenda, così folgorata da un'irresistibile voglia di impastare e stendere con il matterello qualcosa, mi sono messa all'opera e devo dire che le mie papille gustative sono state molto soddisfatte... ho ottenuto esattamente quel che cercavo....gusto leggermente speziato e non troppo dolce che facesse contrasto con una strepitosa marmellata di sambuco della VIS , deliziosa con il suo 65% di frutta come fatta in casa... il tutto accompagnato dal gusto delle nocciole.... peccato sia praticamente finita....









INGREDIENTI :

250gr di farina 00,
100gr di margarina,
1 uovo
1/2 bustina di lievito per dolci,
80gr di zucchero di canna,
chiodi di garofano in polvere,
noce moscata in polvere,
cannella,
1 fiala di aroma alla vaniglia,
1 pizzico di sale, 
per il crumble
70gr di nocciole tostate tritate
100gr di farina 00
100gr di margarina
50gr di zucchero di canna
farcitura e guarnitura
1 vasetto di marmellata di sambuco vis,
cannella in polvere,
zucchero a velo,

Impastare la frolla: lavorare la margarina con lo zucchero fino ad avere un composto cremoso, aggiungere l'uovo, l'aroma alla vaniglia e le spezie, a seguire il lievito,  e la  farina. Impastare bene e velocemente fino ad avere una pasta omogenea e liscia; avvolgere in pellicola trasparente e mettere a riposare in frigorifero per una notte.

Appena pronta stendere la pasta frolla e foderare una teglia da crostata (io ne ho usata una quadrata con fondo removibile) già ingrassata con la margarina e infarinata (eliminando l'eccesso di farina). Bucherellare la base con una forchetta e distribuire sopra la marmellata di sambuco fatta leggermente sciogliere in un pentolino per stenderla meglio . 

Preparare il crumble: ammorbidire la margarina e lavorarla con  lo zucchero, la cannella e le spezie. Aggiungere le nocciole e la farina 00 e ottenere un impasto bricioloso che andrà distribuito uniformemente sulla marmellata. Spolverare con cannella in polvere a piacere  e
cuocere in forno caldo a 180° per circa 35 minuti. A piacere una volta fredda cospargere di zucchero a velo prima di tagliare e servire.

mercoledì 11 maggio 2011

ROSELLINE CREMA E FRAGOLE

L'ultimo weekeend è stato un disastro dal punto di vista culinario ..avevo il ocmpito di preparare una torta per il compleanno di Mauro.... una bella bavarese al cioccolato..e plof..gelatina sbagliata (non comprate mai la gelatina in fogli marca Carrefour!!) e la bavarese si affloscia e finisce nel cestino.... fortunatamente non hanno fatto la stessa sorte le mini bavaresi per la mia mamma per la sua festa..buone ma non fotografabili... (naturalmente avevo usato la stessa gelatina) così la mia autostima da chef improvvisata è scesa sotto i piedi e il mio umore ha vacillato..fortuna che nel weekend a Torino c'erano gli alpini che hanno rallegrato l'atmosfera...

Così con un po' di tranquillità ho deciso di fare qualcosina per rifarmi dei disastri dei giorni scorsi e così ho acquistato queste deliziose formine a rosa che da un po' rimiravo in una vetrina, presentate in una confezione regalo con un libricino di ricette per utilizzarle delle edizioni Gribaudo  mentre le formine sono della Pavoniidea.


Ho utilizzato la ricetta  presente sul libricino Delizie dolci e salate delle " tentazioni al cioccolato" rivoluzionandola ben bene, sostituendo al cioccolato fondente la crema pasticcera fatta con il preparato della Molino Chiavazza (Fantastica!)... Et voilà...questa volta niente pasticci ;-)








INGREDIENTI per uno stampo da 6 roselline:
50gr di crema pasticcera Molino Chiavazza, (io l'ho fatta aggiungendo il latte di soia)
100gr di margarina vallè senza grassi idrogenati,
100gr di zucchero,
1 uovo,
1 tuorlo,
100gr di farina 00 del Molino Chiavazza,
latte di soia qb,
1 fialetta di aroma alla vaniglia,
1/3 di bustina di lievito per dolci,
1 pizzico di sale,
5/6 fragole,
3 fogli di gelatina,
succo di limone,


Lavorare la margarina a temperatura ambiente con lo zucchero fino ad avere un composto bello cremoso, aggiungere uno per volta prima l'uovo intero e poi quando sarà ben amalgamato il tuorlo. Mescolare al composto la crema pasticcera, l'aroma alla vaniglia, il sale e la farina setacciata. Da ultimo aggiungere il lievito fatto prima sciogliere in un goccio di latte.
Versare il ocmposto nelle formine in modo uniforme e cuocere in forno caldo a 170° per 20/25 minuti.
Quando cotte, lasciare intiepidire e sformare le roselline e far freddare in un piatto.

Ammollare la gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti..
Frullare con un frullatore ad immersione le fragole e passare la purea ottenuta in un colino per eliminare i semi. Scaldare per qualche minuto con un paio di cucchiaini di zucchero (io non ho abbondato perchè le fragole erano molto dolci) e un goccio di succo di limone. Scioglierci l gelatina precedentemente ammollata e ben strizzata.

Versare la gelatina nelle formine di rosa distribuendola uniformemente e posizionarvi sopra nuovamente le roselline al contrario e far aderire bene. Mettere in frigo per qualche oretta (io le ho fatte la sera e le ho sformat eil mattino successivo ma ci va anche di meno) e poi sformare.


Con questa ricetta partecipo alla raccolta di La cucina di Irina :

lunedì 2 maggio 2011

VERY ORIGINAL AMERICAN APPLE PIE

Vi ho già detto che adoro i dolci con le mele? Si forse almeno una decina di volte....Bè da tempo volevo provare la regina delle torte di mele...ovvero la vera apple pie americana..e quando sfogliando Buon appetito America di Laurel Evans non ho resistito a non provare questa ricetta...risultato? E' perfetta... la mangio a fettine piccoline per evitare finisca troppo presto :-)...quale miglior modo per iniziare la settimana? Ecco a voi la ricetta rielaborata a modo mio...






INGREDIENTI:
pasta brisè friabile 
320gr di farina
1/4 di cucchiaino di sale
2 cucchiaini di lievito per dolci
200gr di margarina vegetale senza grssi idrogenati
5-7 cucchiai di acqua gelata
1 cucchiaio di aceto di mele
ripieno
6 mele stark
120gr di zucchero di canna chiaro
1 cucchiaio di succo di limone
1/4 di cucchiaino di sale
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
1/4 di cuccchiaino di noce moscata in polvere
1cucchiaio e 1/2 di amido di mais
30gr di margarina,
1 uovo.

Il giorno prima preparare la pasta brisè, tutti gli ingredienti devono essere freddi: lavorare la farina, con il lievito e il sale. Unire la margarina  a tocchetti  e impastare velocemente con le punta delle dita in modo da avere un impasto a briciole. Unire l'aceto e l'acqua (mettere qualche cucchiaio e aggiungerne se non basta, ce ne vuole il meno possibile). Impastare bene e velocemente  in modo da avere una palla bella compatta. Avvolgere in pellicola trasparente e appiattirla. 
Togliere il torsolo alle mele, sbucciarle e tagliarele in fette grosse circa 5mm. Metterle in una ciotola capiente con lo zucchero, il succo di limone e le spezie, girare bene e far macerare a temperatura ambiente per almeno mezz'ora. Stendere metà della pasta e rivestire una teglia da crostata già ingrassata con margarina e infarinata. Io ho usato la teglia con fondo removibile GARDENIA di GUARDINI ... ormai non posso più farne a meno, le crostate si sformano che è una meraviglia.  Coprire con pellicola trasparente e mettere a riposare in frigo per mezz'ora. Con l'altra metà o stenderla in un cerchio della misura della teglia o formare tante strisce in modo da formare una grata fitta (intrecciandole tra loro) come ho fatto io (l'ho formata su un foglio di carta forno) e rimettere in frigorifero.
Scolare le mele dal succo che si è formato e metterle in un'altra ciotola e mescolarle bene con la maizena finché non sarà più visibile. Intanto mettere il succo in un pentolino e aggiungere la margarina, far sciogliere bene a fuoco moderato girando il pentolino e senza mescolar ein modo da ottenere una sorta di sciroppo caramellato, cuocendo per circa 5 minuti. Versarlo sulle mele e amalgamare bene. Versare le mele nella teglia e coprire con la pasta stesa. (se si è scelto il disco intero..far eun taglia a croce in mezzo). Spennellare con uovo già sbattuto ocn acqua e spolverare la superficie con un cucchiaio di zucchero di canna.

Cuocere in forno caldo a 215° per circa 40-50 minuti.

Preferibile servirla tiepida con gelato alla vaniglia o panna..io l'ho mangiata anche fredda e secondo me è ottima!