mercoledì 27 aprile 2011

COLOMBA ALLA MOUSSE DI LAMPONI

E con enorme piacere che vi presento la mia prima colomba.... ho temuto esplodesse nel forno visto che si presentava come una cosa gigantesca, ma ce l'ho fatta e il risultato non mi ha per niente deluso!
 Colgo l'occasione quindi per ringraziarvi tutti! Mi accorgo oggi che i miei sostenitori sono arrivati  a100!!!! .... Ma che dico 101!!! Grazie grazie di cuore è a voi che dedico la gigantessa ovvero la mia colombona.


Per la ricetta mi sono ispirata a queste colombine di Dulcis in furno



INGREDIENTI:
250g di farina 00 Zero grumi della Molino chiavazza
250gr di farina Manitoba Molino chiavazza
150-170g di acqua tiepida
100g di zucchero
100g di margarina senza grassi idrogenati
2 uova
1 tuorlo
1 fiala di aroma alla vaniglia
la scorza grattugiata di un'arancia
5 g di sale
25g di lievito di birra
Glassa
100g di zucchero semolato
50g di farina
acqua fredda
zucchero in granella
zucchero a velo
Mousse di lamponi
250gr di lamponi
1 confezione di panna accadì 
meringhette




Sciogliere il lievito di birra in un bicchiere con metà dell'acqua tiepida necessaria. Su una spiantoia mettere le farine a fontana già setacciate e fare un buco in centro. Rompere le uova e aggiungere il tuorlo e pian piano aggiungere l'aroma alla vaniglia, la scorza di arancia e la margarina a temperatura ambiente. aggiungere il lievito sciolto e incominciare a mescolare con una forchetta questi ingredientiprendendo poca farina per volta dai bordi. Sparger eil sale sui bordi della farina in modo che non venga a contatto diretto ocn il lievito. Mescolare incorporando sempre più farina e aggiungere acqua tiepida. formare una palla e metterla a lievitare in luogo tiepido finchè non sarà raddoppiata di volume.

Prendere l'impasto e disporlo uniformemente in una forma da colomba e far lievitare coperto fino al raddoppio. Preparar ela glassa mescolando lo zucchero con la farina e tanta acqua tanto da avere uhn composto omogeneno. Spalmare la glassa sulla superficie della colomba e spargere di zucchero in granella prima e di zucchero a velo poi. Cuocer ein forno caldo a 200° per circa 10 minuti poi ocprire con la carta stagnola e cuocere per 30 minuti a 180°.

Preparare la mousse ai lamponi: Frullare i lamponi con un frullatore ad immersione e passarli in un colino in modo da eliminare i semi. Cuocere qualche minuto con dello zucchero (io ho messo circa 6 cucchiai) e far raffreddare. Montare a neve la panna e quando la purea di frutta sarà fredda aggiungerene i 2/3 alla panna mescolando delicatamente dall'alto al basso per non smontare la panna.

Quando fredda togliere dalla forma e tagliarla a metà. Bagnare con della purea di lamponi e decorare con delle meringhette. Con un sac a poche coprire la superficie (non troppo vicino ai bordi) con la mousse e coprire con la calotta superiore. Decorare con lamponi freschi e ciuffetti di mousse.



domenica 24 aprile 2011

PASTIERA..... QUASI NAPOLETANA

In questi giorni il web si può dire si sia riempito letteralmente di Pastiere in tutte le loro possibili forme e rivisitazioni.. io non volevo essere scontata ma non potevo esimermi visto che finalmente ho trovato la mia pastiera perfetta! E' stata una ricerca lunga portata avanti con diversi tentativi negli ultimi anni e mai venuti come erano attesi...uff...avevo quasi lasciato perdere, quando quest'anno ho deciso di riprovarci e l'ho fatto facendo un po' più di testa mia e lasciando perdere ricette e ricettine varie...per questo non posso chiamare la mia Pastiera napoletana perchè credo che le brave cuoche partenopee mi lincerebbero già solo per aver triturato minuziosamente i canditi... e in più la mia è quadrata ... non ho resistito e ho voluto provare la mia nuova teglia quadrata con fondo smontabile...ad ogni modo sono soddisfattissima del gusto..e questa volta bando a intolleranze e co..mi piace talmente questo dolce che un'eccezione la volevo proprio fare!!

BUONA PASQUA A TUTTI VOI!

ps. le dosi che seguono valgono per due teglie da crostata.






INGREDIENTI:
Frolla
250gr di farina 00 zero grumi della Molino chiavazza,
100gr di margarina,
80gr di zucchero,
1 uovo,
1/2 scorza grattugiata di limone,
Ripieno
300gr di grano cotto,
100gr. di margarina,
130gr di latte di soia,
1 cucchiaino di cannella,
1 pizzico di sale,
1 fiala di aroma alla vaniglia,
500gr di ricotta di pecora,
4 uova,
100gr di zucchero semolato,
80gr di acqua di fiori d'arancio,
70gr di cedro candito,
70gr di arancia candita,
1/2 scorza grattugiata di limone,

Il giorno prima preparare la frolla: Lavorare la margarina con lo zucchero finchè non si otterrà una crema. Aggiungere l'uovo e mescolare bene e incorporare la scorza grattugiata del limone. Versare nella ciotola la farina e iniziare amescolare con la forchetta poi versare tutto su una spianatoia e lavorare con le mani velocemente fino ad avere una pasta liscia e omogenea. Avvolgere in pellicola traparente e riporre in frigo fino al giorno successivo.
Il giorno seguente preparare il grano: Versare in un pentolino antiaderente il grano, la margarina, il latte, il sale, la vaniglia e la cannella e portare sul fuoco facendo bollire per circa 10 minuti finché non sarò diventato cremoso e far raffreddare.
Schiacciare bene la ricotta con una forchetta e aggiungere lo zucchero, lavorarli bene e incorporare i tuorli, l'acuqa di fiori d'arancio e i canditi tritati finemente, mescolare bene il tutto. Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di zucchero e incorporarli alla ricotta mescolando delicatamente dall'alto verso il basso.

Stendere la frolla e rivestire una teglia da crostata già ingrassata con margarina e infarinata. Bucherellare la base con la forchetta e versarvi il ocmposto, livellarlo bene poi con la past afrolla rimanente creare le classiche strice e formare un reticolo sulla superficie a piacere e ripiegare i bordi della pasta verso l'interno.

Cuocere in forno caldo a 180° per circa 1h.


Con questa ricetta partecipo alla raccolta del Molino F.lli Chiavazza

martedì 19 aprile 2011

AMICI PASQUALI GLASSATI AL PROFUMO DI FIORI D'ARANCIO

Si avvicina Pasqua e mi piaceva l'idea di fare qualcosina con i colori pastello per ricordare anche la primavera..... la GUARDINI poi mi ha inviato uno stampo in silicone per creare mini coniglietti e pulcini che faceva proprio al caso mio... e ieri sera mi sono messa all'opera volendo anche sperimentare la farina 00 di grano tenero ZEROGRUMI della MOLINO CHIAVAZZA  :-)

ps. Ho usato la ricetta per cupcakes di Valentina Gigli vista in tv qualche tempo fa (ricordassi dove e quando...) modificandola un po' perchè così mi sembrava un trionfo di zucchero!













INGREDIENTI per circa 24 animaletti:
180gr di margarina vallè senza grassi idrogenati
80gr di zucchero extrafine zefiro (la ricetta originale prevedeva 180gr)
180gr di farina 00 Molino chiavazza 
2 cucchiaini di lievito per dolci (l'originale ne voleva 1/2...mi sembrava pochino)
3 uova a temperatura ambiente
70ml di latte di soia
aroma ai fiori d'arancio
glassa
 100gr di zucchero a velo,
4gr di acqua di fiori d'arancio,
8gr di acqua,
cloranti alimentari in gel,


Setacciare la farina con il lievito e lasciarli da parte.
In una ciotola capiente lavorare la margarina con lo zucchero, con un cucchiaio di legno fino ad avere una crema chiara e  aggiungere l'acqua di fiori d'arancio. Incorporare un uovo e aggiungere una parte di farina e mescolare bene. Aggiungere uno per volta le altre uova ed infine tutta insieme la farina con il lievito e mescolare con una spatola mescolando dall'alto al basso delicatamente; quando sarà tutto amalgamato aggiungere il latte e continuare a mescolare nello stesso modo. Riempire lo stampo con un cucchiaio lasciando un briciolo di margine dal bordo ma non troppo e facendo in modo che l'impasto sia ben disposto ovunque. Cuocere in forno caldo per 20 minuti a 180°C...Appena tolti dal forno li ho capovolti e sono usciti immediatamente dalla forma così ho potuto riempirla di nuovo e finire la cottura molto velocemente :-)

Fare raffreddare gli animaletti poi preparare la glassa: In una ciotola ho mescolato 50gr di zucchero a velo con 2gr di acqua di fiori d'arancio e 4gr di acqua, poi ho intinto la punta del ocltello nel colorante rosa e l'ho aggiunto alla glassa mescolando bene in modo che si colorasse uniformemente, poi con un cucchiaio ho coperto la superficie dei coniglietti . Poi ho fatto la stessa procedura con gli ingredienti restanti con il giallo e ho glassato i pulcini. Bisogna farla solidificare ma non ci mette molto.






Con questa ricetta partecipo alla raccolta del Molino F.lli Chiavazza:



domenica 17 aprile 2011

CHOCO - ROBOTTINI AL BICERIN E FRUTTI DI BOSCO

Dal momento che mi ritrovo una sorella dipendente da cioccolato ,per il suo onomastico ho pensato a questi cioccolatini ... quale migliore occasione per provare la simpaticicissima forma dei ROBOCHOC di SILIKOMART.... è vero il suo onomastico è stato i l 26 marzo, ma io presa com'ero dal finire la tesi le ho fatto un buono e appena laureata me l'ha priresentato a tempo di record, nel caso me ne fossi dimenticata ... così avendo delle more e dei miritlli avanzati dalla torta per la festa di laurea di ieri, mi sono messa all'opera e ho voluto aromatizzarli anche con un po' di Bicerin il tipico liquore al gianduiotto di Torino... certo non sono un mastro cioccolatirere ma mi ritengo soddisfatta e a mia sorella sono piaciuti...



INGREDIENTI:
150gr di cioccolato fondente al 60%
125gr di more
125gr di mirtilli
4 cucchiai di zucchero
3 fogli di gelatina
bicerin (o un liquore al cioccolato)

Passare con il frullatore ad immersione la frutta e metterla in un colino a maglie strette e filtrare i semi. Mettere la gelatina in un recipiente con acqua fredda per circa 10 minuti. Far sciogliere il cioccolato tagliato a tocchetti a bagno maria e intanto versare la polpa di frutta in un pentolino antiaderente con 4 cucchiai di zucchero e far cuocere qualche minuto. Scioglierci dentro la gelatina ben strizzata mescolando bene.

Versar eil cioccolato fuso nelle formine riempendole bene e capovolgere la base dei ROBOCHOC sul piatto del cioccolato in modo da eliminare il cioccolato in eccesso (sia la base che le pareti dovranno essere coperte bene dal cioccolato) e far soliidficare in congelatore qualche minuto. Togliere la forma e riempire ogni robottino con un goccio di bicerin e coprire con la gelatina di frutta non fino all'orlo e rimettere qualche minuto in congelatore. Coprire i robottini con uno strato di cioccolato fuso coprendo bene tutti i buchi e rimettere un'ultima volta in congelatore. Dopo qualche minuto togliere dal congelatore aspettare un paio di minuti e sformare i robottini.

venerdì 15 aprile 2011

ARRIECCOMI....

Credo che il titolo del post sia esaustivo! Finalmente torno a trovarvi ... la laurea l'ho presa e da qualche giorno mi godo il meritato riposo dopo tanta fatica ... la mia fidata Nikon è tornata a casa sana e  integra come prima (soprattutto funzionante) e sta riaprendo i battenti la cucina ... e sì ,s'ha da preparà la torta, anzi che dico, le torte per la festa di laurea di sabato ... così mi sgranchisco un po' le manine ... il rosso sarà di rigore così andrò sul sicuro con la mia crostata ai lamponi ... rivisitata per l'occasione e piena di frutta rossa !

Nessuna ricetta al momento quindi, ma avevo voglia di salutarvi :-) nonché ringraziarvi visto che ho notato che i miei sostenitori continuano a crescere... e quale migliore occasione se non quella di presentarvi ERY e i suoi capolavori? Con la sua fantasia e il suo uso dei colori ha abbellito già non poche pareti e allietato parecchie case .... e visto che anche la cucina è arte, perchè non parlare anche di un'altra forma artistica qui, anche se di cucina non si tratta?

Cliccate sul logo e esplorate il suo fantastico mondo e se vi va magari fatelo girare :-) .. quanto a noi a presto con nuove ricette!


- LE TELE DI ERY -