domenica 27 febbraio 2011

COPPE ANGELA AL MASCARPONE

Mi sa che con il mio monopolizzare la cucina, e riempire la casa di forme e formine, ho contagiato anche la mia mamma, che per questo weekend ha esordito qualche giorno fa dicendo: "Domenica non preparar0e nulla che ci penso io al dolcino..." Detto fatto. L'ho trovata i giorni scorsi a scartabellare tra le sue ricette e i suoi ritagli ingialliti dal tempo, ed eccola trionfante tirare fuori una ricetta, che ricordava le avesse dato una collega anni fa. Così ieri sera si è messa all'opera  e questa mattina cosa mi trovo in frigorifero? Queste meravigliose coppe, curate in ogni piccolo dettaglio...eh sì perchè l'avevo avvertita: "fai un bel dolcino che lo posto sul blog... così ti faccio conoscere a tutti!"...mi ha preso in parola e ha tirato fuori il meglio di se...quindi è con orgoglio che oggi nell'augurarvi una buona domenica vi presento le coppe al mascarpone, riadattate per la mia intolleranza, fatte dalla mia meravigliosa mamma!...Io ci ho messo solo lo zampino per la foto..e naturalmente per l'assaggio...

PS. Ho scoperto che il mascarpone contiene pochissime tracce di lattosio! Se vi interessa Guardate Qui



INGREDIENTI:
Per 4 porzioni
200gr di panna da montare vegetale,
150gr di mascarpone,
120gr di mandorle,
30gr di zucchero a velo,
30gr di frollini (per me la linea senza latte del Carrefour),
2 tuorli,
vino moscato,
cacao amaro,

Sbriciolare i biscottti in fondo alle coppe e una cucchiaiata di vino moscato.
Mettere in una ciotola il mascarpone e lavorarlo con lo zucchero, i 2 tuorli, 2 cucchiai di moscato, delle mandorle tritate e 150gr di panna montata e mescolare bene. 
Disporre nelle coppe metà della crema preparata e distribuire sopra un altro strato di biscotti sbriciolati. Versare sopra la restante crema.
aggiungere alla panna rimanente il cacao e mescolare bene senza far smontare la panna. Con un cucchiaio distribuire la panna al cacao nelle coppe livellandola bene. spargere con delle mandorle tritate e spolverare con un po' di cacao. Mettere in frigo qualche ora prima di servire.

giovedì 24 febbraio 2011

PANZEROTTI ALLA MARMELLATA VALDOSTANI

Qualche giorno fa ero alla ricerca di un dolce di carnevale. Avevo voglia di fare qualcosa di tipico, peccato che sono incappata quasi esclusivamente in preparazioni fritte...purtroppo, nel piccolo antro di cucinino che ho a disposizione, friggere non è l'idillio ...così mi sono imbattuta in questi dolcetti..aggiungerei brioche-ine che mi hanno incuriosita..e così ho potuto anche provare il Coppapasta a stantuffo della Guardini....il mio primo coppapasta e taglia a meraviglia! Così che si possono formare velocemente tanti panzerotti. Vanno farciti con marmellata ...io ho usato la confettura extra di lamponi  della VIS  ...ottima davvero! Sembra di mangiare lamponi freschi appena colti!



 INGREDIENTI:
300gr di farina 00,
200gr di patate,
1 uovo + 1 tuorlo,
½ bicchiere di latte di soia,
150gr di margarina vegetale fusa,
1 bustina di lievito di birra disidratato,
1 pizzico di sale,
60gr di zucchero,
marmellata a piacere per farcire,

Bollire le patate con la buccia per circa 30 minuti, pelarle da calde e passarle nello schiacciapatate. Far sciogliere il burro a bagnomaria e far raffreddare a  temperatura ambiente. Far sciogliere il lievito in ½ bicchiere di latte tiepido.
Mettere le patate in una ciotola, aggiungere la farina e mescolare con una forchetta; aggiungere il lievito sciolto, lo zucchero, l’uovo, il burro fuso raffreddato e il sale e impastare bene formando una palla. Mettere l’impasto in una ciotola e coprirlo con un canovaccio; far lievitare per 1h in un luogo tiepido .
Quando avrà lievitato stendere la pasta con un matterello e ricavare con un coppa pasta tanti dischetti. Decorare ogni formina con mezzo cucchiaino di marmellata al centro e chiuderli ed ottenere delle mezze lune facendo aderire bene i bordi affinché non esca la marmellata in cottura e disporli su una placca rivestita da carta forno. Spennellarli con il tuorlo sbattuto con poco latte e cuocerli in forno caldo a 180° per circa 20 minuti. Prima di servire spolverare di zucchero a velo.



lunedì 21 febbraio 2011

FROLLINI D'ORZO

Vi ricordate la crostata d'orzo alla nutella? Bè la pasta frolla che avevo preparato con il caffè d'orzo avanzata l'avevo messa in congelatore destinata ad un utilizzo successivo... ed ecco che fine ha fatto: l'ho trasformata in frollini che avrebbero dovuto accompagnare le mie colazioni per qualche giorno...ma che invece hanno accompagnato il caffè di mia mamma di una giornata sola..colazione...merenda...spuntino.... vabbè un paio sono riuscita ad assaggiarli anch'io... erano buonissimi e credo che anche i bimbi del Santa Lucia li gradiranno..eh si! Regalo volentieri a Caris e  Albertino questa ricetta facendo il tifo per loro e per Il Santa Lucia di Roma..che ne dite gli date una mano anche voi?









INGREDIENTI:
frolla all'orzo per la ricetta guarda Qui
albume di 1 uovo
zucchero di canna


Preparare la frolla seguendo la procedura che vedete Qui e metterla a riposare per circa 1 ora.
Stenderla non troppo fine e tagliare dei biscotti ocn lo stampino che si preferisce. Spennellare i biscotti con l'albume e cospargere di zucchero di canna. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 20 minuti.

venerdì 18 febbraio 2011

TORTA DI GRANO SARACENO AI MIRTILLI ROSSI

Forse ve l'ho già leggermente accennato che adoro il Trentino e anche la sua cucina vero? Bè questa è una delle torte fantastiche che ho assaggiato in quei luoghi e che ho già riproposto più volte ai miei assaggiatori ufficiali, ma che ancora non aveva fatto la sua apparizione tra queste pagine..bè io l'adoro..ha un gusto casereccio e come piace a me non è molto dolce, ma l'unione del grano saraceno con la frutta secca e la marmellata di  miritlli rossi della VIS  è fantastica!





INGREDIENTI:
150gr di farina 00,
100gr di farina di grano saraceno,
150gr di frutta secca,
6 uova,
150gr  di zucchero semolato,
100gr di margarina vallè senza grassi idrogenati,
1 bustina di lievito per dolci,
marmellata di mirtilli rossi  Vis,
1 pizzico di sale,
zucchero a velo,

Sciogliere la margarina a bagnomaria o al microonde e farla raffreddare.
Scaldare le uova con lo zucchero in un pentolino antiaderenete mescolando con una frusta fino a raggiungere i 42°c; poi montarli con uno sbattitore elettrico per almeno 15 minuti aggiungendo un pizzico di sale. Aggiungere le farine setacciate mescolando delicatamente dall'alto al basso con un cucchiaio di legno. Incorporar ela frutta secca tritata in un mixer e mescolare sempre delicatamente. Aggiungere il lievito setacciato e la margarina.
Versare il composto in una teglia con cerchio apribile da 24cm di diametro spennellata di margarina e infarinata precedentemente. Cuocere in forno caldo a 160° per circa 50 minuti.
Far freddare la torta e sformarla, dopodich[ tagliarla in due parti (come fosse un pan di spagna), farcirla con la marmellata e ricoprirla. spolverare di zucchero a velo e servirla a piacere con panna montata (io l'ho servita con paggna motata vegetale hulala)

martedì 15 febbraio 2011

CIOCCOLATINI AL CUORE DI LAMPONE

 Con questo post concludo la parentesi San Valentino e soprattutto cuori...mi escono dalle orecchie ho davvero voglia di cambiare...in ogni caso non poteva certo mancare il moretto, nei destinatari dei miei esperimenti in cucina degli scorsi giorni..eccco cosa ho preparato per lui e per il nostro primo San Valentino insieme...




ps. La scatola non è graziosa? L'ho fatta a mano seguendo le precise indicazioni di Sigrid, trovate nel suo bellissimo libro Regali Golosi.

INGREDIENTI:
200gr di cioccolato fondente finissimo 70% di cioccolato,
125gr di lamponi freschi,
80gr di zucchero,
10gr di fogli di gelatina,

Ammollare la gelatina in acqua fredda. Far sciogliere a bagnomaria il cioccolato e tenerlo in caldo. Frullare con il frullatore ad immersione i lamponi e metterli ascaldare qualche minuto in un pentolino con lo zucchero; spegnere il fuoco e scioglierci dentro la gelatina ben strizzata. Versare il cioccolato nei pirottini (io li avevo mono dose in silicone) e farlo aderire bene alle pareti poi capovolgerli in una ciotola e far colare bene. Riporre un paio di minuti in congelatore. Riempire i pirottini con il guscio di cioccolato con la gelatina di lamponi e mettere qualche minuto in congelatore. Finire i cioccolatini riempendoli con altro cioccolato fuso facendo in modo che non esca dai bordi e pulendo bene i margini dovesse accadere..rimettere in congelatore per 10 minuti così si solidificano bene. Togliere dal congelatore e sformare delicatamente dagli stampini in silicone e riporre in frigo fino al momento di confezionarli.


Con questa ricetta partecipo al contest di CUOCICUCIDICI

lunedì 14 febbraio 2011

CUORICINI AL CACAO CON MOUSSE DI LAMPONI

Continuo sul filone del post precedente dedicando a SanValentino anche questo... credo che un modo carino per rivedere la festa degli innamorati possa essere quello di festeggiare anche con chi si vuol bene e così ho voluto coccolare la mia famiglia con questi dolcetti che ho preparato con la forma in silicone Amelie a forma di cuoricini ( versione 8 cuori ) della Guardini...l'ottimo silicone mi ha permesso di sformare cuoricini perfetti!..manca solo il moretto che vedrete come ho sistemato nel prossimo post....


INGREDIENTI:
Pandispagna al cacao
4 uova,
120gr di zucchero semolato,
90gr di farina di riso,
30gr di cacao amaro,
1 fialetta di aroma alla vaniglia,
Mousse ai lamponi
300gr di lamponi freschi,
150gr di zucchero,
1/2 bicchierino da liquore di moscato,
20gr di gelatina in fogli,
100ml di panna da montare vegetale,
50gr di cioccolato fondente
Scaldare le uova mescolandole con lo zucchero in un pentolino finchè non avranno raggiunto i 42 gradi circa. Metterle in una ciotola e montarle con lo sbattitore elettrico per almeno 15 minuti. Incorporare l'aroma alla vaniglia e la farina setacciata con il cacao a poco a poco, mescolando delicatamente dall'alto verso il basso.  Imburrare con margarina e infarinare una teglia con cerchio apribile da 24cm. Cuocere in forno caldo a 160° per circa 45 miuti. Sformare e lasciar rafreddare su una gratella.
Quando sarà freddo tagliare in due strati il pan di spagna e da ognuno dei due ricavare 8 cuori . (con della carta forno ho disegnato la sagoma del cuore prendendola dallo stampino a 8 cuori Amelie) Foderare ogni cuore dello stampo con pellicola trasparente in modo che fuoriesca e facendola aderire bene ai bordi e in ogni spazio mettere un cuoricino di pan di spagna.
 Spennellarlo con alchelmers diluito con un po' d'acqua. Ammollarein acqua fredda la gelatina. Intanto Frullare con un frullatore ad immersione i lamponi ben lavati ed asciugati e passarli in un colino per eliminare i semini. Metterli in un pentolino con lo zucchero e il moscato e far scaldare qualche minuto. Aggiungere la dgelatina ben strizzata e farla sciogliere a fuoco spento. Mettere 2/3 dei lamponi in una ciotola e far intiepidire, l'altra parte invece tenerla in caldo a bagno maria. Montare la panna vegetale ben ferma e aggiungervi la salsa di lamponi. riempire ogni cuoricino con la mousse e mettere in frigo a rassodare. Dopo mezz'oretta coprire ogni cuoricino con la salsa di lamponi tenuta da parte e rimettere in frigo (con il freddo gelatificherà indurendosi). Il giorno successivo sformare i cuoricini ed eliminare la pellicola trasparente. Far fondere a bagno maria il cioccolato fondente e quando ben sciolto decorare la superficie dei cuoricini e rimetter ein frigorifero...ci starebbe bene anche un lampone per cuoricino in mezzo..peccato che gli 8 lamponi tenuti da parte mia mamma credeva fossero avanzati e testuali parole "sarebbe stato un peccato fossero andati a male"..se li è mangiati...


Con questa ricetta partecipo al contest di CUOCICUCIDICI:

domenica 13 febbraio 2011

HEART RED VELVET CAKE



 Domani è San Valentino, sono una romanticona ma non sono particolarmente legata a questa festa, nel senso che se la vivo da single mi risulta indifferente e non passo la giornata a rodermi sul perchè e per come non ho un fidanzato..al massimo cucino qualcosa di carino e lo condivido con la mia famiglia o i miei amici o entrambi..in fondo è una festa che dovrebbe celebrare i buoni sentimenti no? Da fidanzata invece credo possa essere semplicemente un momento in più da dedicare a chi si ama, magari con un piccolo gesto o anche solo passando un attimo di più insieme...magari ftaccandosi un  momento dalla frenesia della giornata e fermarsi  in un bell'abbraccio....e quest' anno sarà così....

...Ma San Valentino è domani...quindi questa sera perchè non pensare a un bel cuore rosso da condividere con i miei amici?... e poi ci vuole un bel dolcino visto che conoscerò anche il santo che ha fatto capitolare la sorellina e che la sopporta aggiungerei...

Ps. La Red Velvet è una torta americana che ho conosciutoe mi ha molto incuriosito  seguendo Buddy il Boss delle Torte su Real Time .... non ha deluso le aspettative direi il sapore è ottimo....di ricette in giro ce ne sono parecchie, alcune prevedono il latticello, altre dosi di zucchero da far impallidire un diabetico... io le ho messe insieme fidandomi soprattutto della versione di Imma e ne ho fatto una  mia rivisitazione milk free...




INGREDIENTI:
250gr di farina bianca 00,
1/2 cucchiaino di sale,
2 cucchiai cacao amaro,
115gr di margarina,
150gr di zucchero,
3 uova,
1 fialetta di aroma alla vaniglia,
120ml di latte di soia,
120ml di yogurt bianco di soia,
1 cucchiaino di aceto di mele,
2 cucchiaini di colorante rosso in pasta,
1 cucchiaino di bicarbonato,
1 bustina di lievito per dolci,
 Farcitura
4 tuorli,
750ml di latte di soia,
80gr di zucchero semolato,
40gr di farina di riso,
1 fialetta di aroma alla vaniglia,
100ml di panna vegetale
lamponi freschi,
Alchelmers,


In una ciotola setacciare la farina con il cacao e il lievito. In un'altra ciotola mettere il latte di soia con lo yogurt e il colorante alimentare e lasciarli riposare per almeno 15 minuti così il latte si acidificherà per benino e il colorante si amalghamerà meglio.
A parte montare la margarina con uno sbattitore elettrico con lo zucchero. Aggiungere un uovo per volta (si procederà con il successivo quando il precedente sarà ben amalgamato). Incorporare l'aroma di vaniglia e il sale. Ora alternandoli incorporare poco per volta la farina e il latte "rosso".
In un bicchierino mettere il bicarbonato e l'aceto..frizzerà per bene e quando avrà finito aggiungerlo all'impasto. Ingrassare con la margarina e infarinare una tortiera a cuore da circa 22 cm (io ne ho usata una con cerchio apribile) e versarvi metà del ocmposto. Cuocere in forno caldo a 180° per 40 minuti. Sformare la torta lasciandola capovolta  (così se si è formata una montagnola in centro si appiana) e sciacquare la teglia. Ripetere l'ingrassatura e l'infarinatura e versarvi l'altra parte di composto e cuocere.
Preparar ela crema: Far scaldare il latte con l'aroma di vaniglia e portarlo a bollore. In un pentolino antiaderente capiente, mescolare i tuorli con lo zucchero e aggiungere la farina mescolando bene con una frusta per eliminare i grumi. Quando pronto versarvi il latte girando con la frusta e portare qualche minuto sul fuoco per far rassodare. Far raffreddar ela crema coprendola con una pellicola trasparente a contatto ocn la superficie in modo d anon far formare l'odiosa pellicina.
Quando i due cuori saranno freddi tagliarli in due strati ognuno ottenendo così 4 parti. Raschiare da ogni parte un po' di torta e metterla da parte. Bagnare le basi con l'alchelmers diluito con un po' d'acqua e farcire ogni strato con la crema preparata (metterla non troppo sui bordi perchè il peso degli altri strati la farebbe fuoriuscire in granparte).
Montare la panna vegetale ben soda e spalmarla sulla superficie e i bordi del cuore rosso. cospragere tutto il dolce con le "briciole" tenute da parte e decorare infine con dei ciuffetti di crema e dei lamponi freschi.



Con questa ricetta partecipo al contest di CUOCICUCIDICI


mercoledì 9 febbraio 2011

CROSTATINE BRISE' ALLE MORE

Con la pasta brisè che ho usato per la TARTE AUX POMMES mi sono detta..."Ale..mica vorrai buttarla?" Era un peccato e poi era venuta così bella...così stendi di su e stendi giù ne ho ricavato delle crostatine golose e jho finito la marmellata di more che languiva in frigo... ed ecco che ho ricavato la mia merenda da pausa lavoro di questi giorni...



INGREDIENTI:
Pasta brisè pronta o per la ricetta vedi qui
marmellata di more
1 uovo

Una volta preparata la pasta brisè farla riposare almeno mezz'ora (io di solito la preparo un giorno prima) sennò se si usa quella pronta, srotolare e via... Se si è scelto di impastarla, dopo il periodo di riposo stendere con il matterello in uno strato sottile. Usare la pasta per rivestire delle tegliette da crostatina foderate da carta forno. Riempire le crostatine con un po' di marmellata di more (non troppa o cuocendo trasborderà) e con un'altro po' di brisè ricavare una formina a fiore e posizionarla al centro ( qui ampio spazio alla fantasia, si può optare anche per il classico incrocio di pasta da crostata). Spennellare la pasta sui bordi e sul fiorellino al centro con l'uovo sbattuto e cuocere in forno caldo a 180° per circa 25 minuti. Far raffreddare e poi sformare.

sabato 5 febbraio 2011

TARTE AUX POMMES

Nel post precedente vi raccontavo della mia voglia periodica di dolci alle mele...bene! Non paga del plumcake al farro con mele e pinoli questo week end ho deciso di non cambiare soggetto e i motivi sono stati due..il primo perchè ho ricevuto proprio qualche giorno  fa un pacco interessantissimo dalla VIS di alcune loro ottime marmelalte e tra queste c'era questo vasetto di marmellata alla mele cotogne che mi ispirava proprio...il suo profumo era irresistibile e l'assaggio non ha deluso, si tente tanto gusto di frutta e pochi zuccheri aggiunti... uno spettacolo! E poi la lupa si è ammalata e andava coccolata un po'...così tornando al detto " una mela al giorno toglie il medico di torno" ... ecco questa specialità della pasticceria francese, la cui ricetta è stata ispirata da un numero di Sale&Pepe del marzo 2010. Buona domenica a tutti!

Per la Tarte aux pommes ho usato lo stampo da crostata con fondo smontabile della linea Gardenia della Guardini . Una scoperta incredibile, la crostata una volta fredda è stato semplicissimo sformarla e metterla sul piatto da portata, senza che si rompesse o si rovinasse.



INGREDIENTI:
200gr di farina 00,
120gr di margarina bio,
20gr di zucchero semolato,
50ml di acqua fredda,
3 mele stark,
marmellata di mele cotogne VIS
zucchero di canna qb,

Preparar ela pasta brisè impastando la farina con 100gr di margarina fredda di frigo e lo zucchero semolato, ottenendo un composto "bricioloso". Aggiungere l'acqua ben fredda e impastare tutto ottenendo una palla liscia che andrà avvolta in pellicola trasparente e messa in frigo a riposare almeno mezz'ora.
Quando pronta stendere la pasta brisè e ricoprire una teglia da crostata ( Io ho usato la teglia con fondo smontabile Gardenia della Guardini), bucherellare con una forchetta e cuocere in bianco in forno caldo a 200° per 20 minuti, coprendo la pasta con carta d'alluminio e sale grosso sopra.
spalamre sulla base la marmellata di mele cotogne e disporre sopra le fettine di mele precedentemente lavate e sbucciate. spennellare la superficie con 20gr di margarina fusa e spolverar edi zucchero di canna. Cuocere in frono caldo a 180° per 35 minuti. L'ideale sarebbe servirla tiepida.

mercoledì 2 febbraio 2011

PLUMCAKE AL FARRO CON MELE E PINOLI

Ogni tanto dopo esperimenti vari arriva il momento in cui mi viene voglia di magiare un classico..un dolce con le mele...eh si! Si mischiano e uniscono ingredienti vari, ma l'incontro tra mele, zucchero, uova e farina secondo me è.... il dolce per eccellenza...e di varianti ce ne sono a bizzeffe e a parer mio sono sempre tutte buone... dalle torte melose con tanta, tanta frutta e quelle meno..dalle crostate ai pasticci e così via..ma tutto questo successo non sarà mica legato al fatidico detto "una mela al giorno leva il medico di torno?".... Mah non lo so magari il detto è stato inventato da un golosone che voleva solo una giustificazione per potersi gustare un dolcino....fatto sta che avevo voglia di mele, così  rovistando nella dispensa è uscito fuori questo...








INGREDIENTI:
 150gr di farina integrale di farro Alce Nero,
50gr di farina 00,
100gr di zucchero di canna chiaro,
2 uova,
120gr di margarina vallè,
50gr di pinoli,
1 vasetto di yogurt alla soia naturale,
1 fialetta di aroma alla vaniglia Rebecchi,
1 bustina di lievito,
1 pizzico di sale,
2 mele stark o golden,
zucchero a velo,

Sciogliere la margarina in microonde (600w per 1 minuto e mezzo) o a bagnomaria e farla freddare.
Montare con una frusta le uova con lo zucchero di canna fino ad avere una sonsistenza spumosa e aggiungere un pizzico di sale. Incorporare a poco a poco le farine setacciate, con un cucchiaio di legno, aggiungendo man manco che l'impasto si solidifica lo yogurt. L'impasto non dovrà essere torppo liquido ma dovrà "scrivere" scendendo dal cucchiaio di legno nella ciotola. Aggiungere l'aroma alla vaniglia e il lievito setacciato.
Aggiungere la margarina e amalgamarla bene. Da ultimo incorporare una mela tagliata a fettine sottili e i pinoli.
Versare il composto in una teglia da plumcake  spennellata di margarina e infarinata e disporre sulla superficie la mela rimasta a fettine più spesse. spennellare con la margarina fusa le fettine di mele e cospargere di zucchero di canna e qualche pinolo lasciato da parte.
Cuocere in forno caldo a 160° per circa 45 minuti. Lasciar freddare e sformare il plumcake e prima di servire a piacere spolverare di zucchero a velo.

Con questa ricetta partecipo al contest di Fusillialtegamino