sabato 29 gennaio 2011

CROSTATA D'ORZO ALLA NUTELLA

Per il suo compleanno il mio amico Fulvio già da tempo mi chiedeva un dolce con la nutella...non mi ci ero mai cimentata...adoro questa cremina spalmabile che tutti conosciamo e amiamo..chi non c'è cresciuto?..ma mi sono sempre rifiutata di trovarle un impiego diverso, dall'abbinarla con una bella fetta di pane o dall'assaporarla direttamente dal barattolo...vabbè...va da se che da un bel po' nemmeno la mangio più, visto che contiene abbastanza lattosio...però mica potevo dirgli di no...cerco di accontentare sempre tutti e lui no?... Usarla pura però non mi faceva impazzire, così grazie a COZZA di cookaround ho scoperto questa interessante cremina (anche se io ho modificato un po ingredienti e dosi)..in più la solita frolla non mi entusiasmava; volevo un tocco originale per staccare un po'...e l'idea mi è venuta da SILVIA che ha fatto una bella frolla al caffè...io non bevo caffè così ho optato per l'orzo che adoro e ho fatto la frolla con dosi e  ingredienti alla mia maniera...et voilà...

...vi chiederete ma l'avrà assaggiata? Bè un pochino si...non resistevo...






 INGREDIENTI:
Frolla
400 gr di farina 00,
80gr di zucchero di canna,
100 gr di margarina vallè,
1 uovo,
1 pizzico di sale,
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia,
1 tazzina di caffè d'orzo non zuccherato,
1/2 bustina di lievito,
Crema alla Nutella
500ml di latte di soia Alpro,
50gr di zucchero semolato,
1 uovo,
1 tuorlo,
30gr di farina di riso,
30gr di fecola di patate,
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia,
400gr di nutella,
nocciole tostate tritate,


Impastare la frolla: In una ciotola ammorbidire la margarina con lo zucchero e lavorarla a crema, aggiungere l'uovo e amalgamarlo bene; aggiungere il pizzico di sale, la vaniglia e il caffè d'orzo. Incorporare il lievito e mescolare bene. Da ultimo versare la farina e impastare su una spianatoia il tutto velocemente in modo da ottenere una palla liscia. Avvolgerla in un foglio di pellicola trasparente e mettere a riposare in frigorifero almeno un'ora. (io l'ho fatta la sera prima)
Preparare la crema: portare il latte a bollore con la vaniglia. Intanto in una pentola antiaderente mescolare con una frusta a mano le uova con lo zucchero e aggiungerci la fecola e la farina setacciate. Versare nel composto di uova un po' di latte e mescolare bene poi aggiungere quello che resta e portare sul fuoco un paio di minuti a rassodare.
Mettere la crema in una ciotola capiente e incorporare finchè è calda la nutella amalgamandola bene.
Stendere la frolla su un piano infarinato e rivestire una teglia da crostata..io ho usato ZEPHIR della Guardini con il fondo mobile...fantastica! Passare con il matterello sui bordi della teglia in modo da eliminare la pasta in eccesso e bucherellare con una forchetta la base. Coprire la pasta con la crema di nutella che andrà distribuita e livellata bene. Ho ripiegato leggermente i bordi della crostata creando delle ondine per farla più carina e cosparso la superficie con nocciole tostate e tritate.
Cuocere in forno caldo a 170° per circa 30 minuti e sformare da fredda (con il fondo mobile della teglia Zephir è un gioco da ragazzi e la crostata non si sbriciola!)





lunedì 24 gennaio 2011

ELICHE E QUADROTTI DI SFOGLIA


Avete  presente tutti i ritagli di pasta sfoglia che avanzano sempre, quando si usano le sfoglie pronte già stese? Spesso non ho tempo per riciclarle e ahimè vanno a finire nel cestino...ma questa volta ne avevo parecchi di ritagli e non mi andava proprio di sprecarli, così complice un giorno di ferie e quindi maggior tempo per cincischiare ai fornelli...e sempre complice la dispensa mezza vuota senza nulla di stuzzicante per fare merenda..ecco che mi sono ingegnata e con  tutti gli avanzi che ho trovato in casa..ho acceso il forno e via...

Buon inizio settimana a tutti!







INGREDIENTI:
Pasta sfoglia pronta vegetale vallè,
1 uovo,
nocciole a granella,
marmellata di lamponi,

Per le eliche ho steso anzi risteso la sfoglia e l'ho tagliata in rettangoli stretti che ho spennelato con uovo sbattuto e cosparse di zucchero di canna e granella di nocciole poi ho girato leggermente i lati esterni su se stessi.

Per i quadrotti ho ricavato dalla sfoglia dei rettangolini con un taglia biscotti (tipo gallette), li ho divisi a coppie e su uno ho messo al centro un pochino di marmellata di lamponi, ho coperto con l'altro quadrotto facendo aderire bene i bordi e spennellato con l'uovo la superficie e cosparso con un po' di granella di nocciole.

Et voilà, li ho messi in forno caldo a 180° per circa 10 minuti e li ho sfornati... Non vi dico che merenda!





Con questa ricetta partecipo al contest la Sfoglia... che follia







martedì 18 gennaio 2011

THE WINNER IS!

Eccoci finalmente post veloce, veloce per comunicare il risultato, dell'ardua votazione della ricetta vincitrice del mio primo BLOG CANDY...
Ho partecipato anch'io tra la  giuria e concordo con i miei assaggiatori di fiducia: Moro, Lupa, Lupo, Sore e Maurino che ringrazio di cuore (vi ricompenserò promesso!) ...che non è stato per niente facile...le vostre ricette erano davvero carine e sfiziose e per me sarà una sfida cercare di riproporne alcune adattandole alla mia intolleranza al lattosio!




Bene bando le ciance è con piacere che vi comunico che la ricetta che ha preso il maggior numero di voti è quella di Francesca di Panna cioccolato e fantasia: Palline al cocco con cuore di lampone.
Avrei voluto davvero premiarvi tutte ma diventava difficile! Grazie mille a tutte voi che avete partecipato a voi va tutto il mio affetto...a presto su queste pagine!

lunedì 17 gennaio 2011

CROSTATINE AL FARRO CON MARMELLATA DI RIBES



L' altro giorno gironzolavo da Eataly ...sono riuscita a non svaligiarlo ma ho comprato la farina integrale di farro che da un po' mi ispirava...e poi mi sono detta: Ok adesso che ci faccio? Classico impastiamo una frolla e ci facciamo dei biscottini o una crostata...mmmm..ma perchè non provare le tegliette da crostatine comprate in trentino? E se magari ci unisco quella marmellata di ribes che ho trovato in gironzolo al supermercato e che mi ispirava tanto?...Così sono nate queste crostatine e a parte la fuoriscita di marmellata, che essendo tanta ha deciso di esplodere...il gusto mi ha davvero soddisfatta...la frolla al farro è eccezionale..meglio ancora del gusto classico..e il leggero acidulo della marmellata al ribes rosso al 65% di frutta VIS completa il tutto...soprattutto per me che non amo i dolci troppo dolci...ve le consiglio caldamente!





INGREDIENTI:
75di farina di farro integrale (dell'Alce nero)
50gr di zucchero di canna
25gr di amido di mais
25gr di farina 00
50gr di margarina vegetale vallè
1 uovo + 1 per spennellare
1pizzico di sale
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 vasetto di marmellata di ribes rossi VIS
1/2 bustina di lievito per dolci

In una ciotola mescolare le farine, l'amido e il lievito.
Preparare la frolla lavorando la margarina con lo zucchero fino a che non diventa un composto bello morbido. aggiungere l'uovo, il sale e la cannella e mescolare bene. Aggiungere le farine poco per volta e impastare bene il tutto velocemente su un piano da lavoro.  Avvolgere la pasta in un foglio di pellicola trasparente e mettere a riposare in frigorifero per almeno un'oretta. 
Quando la pasta avrà riposato stenderla e ritalgiandola usarla per foderare delle tegliette da crostatina adagiando sul fondo della carta forno. riempire le frolle con la marmellata di ribes e coprire con ritagli di past a in modo da formare una griglietta. Spennellare le superfici con dell'uovo sbattuto.
cuocer ein forno caldo a 180° per circa 15 minuti. A piacere spolverare con zucchero a velo una volta fredde.

HAPPY BIRTHDAY ROSSO LAMPONE

TANTI AUGURI A ME...TANTI AUGURI A ME!!! ....
Incredibile quanto voli il tempo! Oggi è un anno da quando è nato Rosso Lampone e mi sembra davvero ieri, quando presa da un momento di follia mi son detta, ma sì perchè non aprire un blog con le mie ricette? Sono partita incerta e conoscendo poco il mondo dei foodblogger, ma in breve tempo ho incominciato a vedere che le mie pagine venivano consultate e il blog seguito...oggi dopo un anno posso dire di aver avuto molte soddisfazioni e soprattutto in questo periodo vedo che RossoLampone sta crescendo..e anche velocemente aggiungerei! E' doveroso quindi ringraziare voi tutti che capitate su queste pagine, apprezzate il loro contenuto e mi lasciate sempre commenti carini e affettuosi! Senza di voi probabilmente non sarei arrivata ad oggi e mi sarei stufata prima...spero di avervi portato idee e di aver stuzzicato la vostra fantasia, come molte di voi e i loro blog l'hanno fatto con me! E un grazie alla mia combriccola di assaggiatori abituali che mi invogliano a sperimentare sempre di più e mi danno enorme soddisfazione, spazzolandosi via tutto ogni volta!




Bando alle ciance! Veniamo ad altro... Il mio primo blog candy è terminato il 15/01/2011 ed è quasi ora di sapere quale ricetta verrà scelta....dico quasi perchè ho messo all'opera la giuria (formata dalla combriccola di assaggiatori e dalla sottoscritta) ma ha bisogno di qualche giorno per definire le proprie scelte..mi comunicano infatti che è difficilissimo scegliere e  vorrebbero assaggiarle tutte le prelibatezze che mi avete mandato!
Ad ogni modo mentre aspettiamo cosa decreterà la maggioranza ringraziando di cuore tutte le partecipanti....GRAZIE GRAZIE DAVVERO!...ecco qui il piccolo omaggio per la ricetta che verrà scelta; ho voluto fare una selezione di alcune specialità culinarie della mia regione: il Piemonte, spero che vi piacciano!



nocciole piemonte coperte di cioccolato, nocciolini di Chivasso, gelatina al moscato e al dolcetto



Bene a presto quindi su queste pagine con il risultato finale del Blog Candy! E tante ricette ancora!

lunedì 10 gennaio 2011

SUSHI DI MORTADELLA FETA E PISTACCHI

Questi rotolini assomigliano davvero a dei sushi giapponesi e me ne sono letteralmente innamorata quando li ho visti su Sale&Pepe di settembre 2010..la ricetta originale prevedeva la crescenza ma considerando che contiene tantissimo lattosio non potevo utilizzarla e così ho pensato di sostituirla con la feta che è notoriamente un formaggio di capra e che per la mia intolleranza è più consono..poi tra l'altro io l'adoro...
bè il risultato non mi ha delusa anzi..e la riduzione d'accompagnamento è davvero il tocco in più che rende questi rotolini davvero particolari.



INGREDIENTI:

4 fette di mortadella spesse 1,5mm,
180gr di feta,
50gr di pistacchi sgusciati,
pepe bianco qb,
riduzione di aceto e miele:
50ml di aceto balsamico,
50gr di miele millefiori o d'acacia,



Preparare innanzitutto la riduzione: Mettere il miele e l'aceto in un pentolino, portarli a ebollizione e cuocerli per 15 minuti. Trasferire la riduzione in una ciotola. 
Scottare i pistacchi in acqua bollente, sbucciarli e tritarli.
 Mettere la feta in una ciotola, condirla con il pepe, lavorarla con una forchetta fino a renderla soffice, poi metterla in frigo perché riprenda consistenza.
 Dalla parte centrale di ogni fetta di mortadella ritagliare 3 strisce larghe 3 cm. 
Versare su un tagliere 3/4 di pistacchi tritati, stendervi sopra il formaggio e arrotolarlo in modo che i pistacchi aderiscano bene dandogli consistenza e una forma a cilindro.
 Tagliare dal cilindro un pezzo di circa 3cm e sistemarlo all'inizio di una striscia di mortadella e arrotolarla sul formaggio, formando una specie di sushi. Formare altri 11 rotolini nello stesso modo. 
Disporre la riduzione preparata su un piatto da portata e posizionare i rotolini. Spolverizzare con i pistacchi rimasti e condire con la riduzione se ne è avanzata.



MANCANO SOLO POCHI GIORNI ALLA SCADENZA DEL BLOG CANDY! AFFRETTATEVI SE ANCORA NON MI AVETE INVIATO LE VOSTRE RICETTE!!!!








sabato 1 gennaio 2011

TORTA DIPLOMATICA CON CREMA PASTICCERA E GELATINA DI MOSCATO PER UN FELICE 2011

 
AUGURI DI UN FELICE ANNO NUOVO A TUTTI VOI!

Non so voi ma io devo ancora riprendermi dalla nottata di capodanno...alla fine mangiando, chiacchierando e giocando un po', sono riuscita a vedere l'alba e non solo...
Ma non posso esimermi dal postare una ricettina nuova, nuova per inaugurare quest'anno appena iniziato...un dolce che ha accompagnato me e i miei amici a mezzanote, subito dopo il brindisi e nonostante fosse una soluzione rimediata a un mezzo pasticcio combinato con il dolce originale che avrei dovuto portare (rischiavo di finire male il 2010 con il compimento del "gran disastro dell'anno" )...si è rivelato ottimo...e se ha superato il mio giudizio sempre ipercritico, vi assicuro che è da provare!




INGREDIENTI:
2 dischi di pasta sfoglia rotonda (io ho usato quella della vallè senza latte e derivati),
1 disco di pan di spagna,
1 l di latte di soia,
6 tuorli,
100gr di zucchero semolato,
50gr di fecola di patate,
3 cucchiaini di estratto di vaniglia,
200gr di gelatina al moscato (io la trovo già pronta da Eataly),


Ho tagliato i due dischi di frolla per averli di un diametro di 24cm, in modo che fossero uguali al pan di spagna. Cuocerli, uno alla volta, in forno caldo a 150° per circa 20 minuti, dopo averli bucherellati con una forchetta per evitare gonfino e scosparsi di zucchero a velo.
Intanto  prepare la crema pasticcera, facendo scaldare innanzitutto il latte  portandolo a ebollizione. Nel frattmepo in un pentolino antiaderente mescolare con una frusta i tuorli con lo zucchero, l'aroma lla vaniglia e la fecola. Quando pronto versare sui tuorli il latte mescolando con un cucchiaio  di legno,mettere poi il pentolino sul fuoco per far rassodare la crema. Una volta pronta coprire con la pellicola trasparente la superficie della crema senza tirarla ma appoggiandola solo e far raffreddare.
 Sciogliere leggermente in un pentolino, la gelatina di moscato e  spalmarne metà sulla prima sfoglia.
Coprire con metà della crema pasticcera aiutandosi con un sac-a-poche in modo uniformeme. Posizionato sopra il pan di spagna bagnato con una soluzione di acqua, zucchero e vino bianco, e schiacciarlo un pochino in modo da stabilizzarlo e livellare bene la crema che esce dai bordi con un coltello.
Coprire con la crema restante e chiudere con il secondo disco di sfoglia non prima di averlo spalmato con la gelatina di moscato restantefatta leggermente solidificare in modo che rivoltandola non goccioasse. Comprimere un po' la sfoglia e livellare sui bordi la crema che fuoriesce. Tritare le mandorle con i biscotti secchi e aiutandosi con un coltello e ricoprirvi i bordi del dolce. 
Lasciare raffreddare e solidificare per un paio d'ore, dopodichè decorare i bordi della superficie con altre mandorle tritate. Poco prima di servire ho spolverato di zucchero a velo e decorato con delle stelline di sfoglia, fatte con gli avanzi rimasti e una scritta fatta con pasta choux (avanzata da un tentativo fallimentare di un altro dolce )..ma naturalmente la decorazioene è a vostra fantasia

 



E con questa prima ricetta di rossolampone per il 2011 vi ricordo il Blog candy! Coraggio scade il 15/01/2011 e vi spetto numerose/i ... in questi giorni di ferie mi dedicherò a scovare qualcosa di carino per il vincitore!


con questa ricetta partecipo al contest di Zagara il mediterraneo in tavola: